Danni alla salute fisica

I problemi fisici possono condizionare fortemente il rendimento di un lavoratore. Per individuare tempestivamente il problema è necessario saper riconoscere i sintomi della patologia in questione. Non fate però voi stessi la diagnosi: lasciate questo delicato compito ai professionisti del settore.

L’elenco delle patologie fisiche è estremamente lungo. Di seguito potrete trovare informazioni su alcuni dei problemi di salute più ricorrenti.

Per saperne di più:
GELIKO – Conferenza nazionale svizzera delle leghe della salute (tedesco/francese)
Glossario tematico:

Il problema delle allergie tocca oltre il 20% della popolazione svizzera, ossia circa 2 milioni di persone, e la tendenza è in crescita. Per allergia si intende una reazione eccessiva del sistema immunitario a sostanze di per sé innocue (allergeni) presenti, ad esempio, nell’aria, nel cibo o nei cosmetici. La manifestazione è talmente violenta che l’organismo ne risente immediatamente. Possono bastare quantità minime di allergene per innescare in chi è allergico forti problemi alle vie respiratorie, all’apparato digerente o alla pelle. Le allergie possono ridurre la qualità della vita e provocare gravi sofferenze, anche perché colpiscono con particolare frequenza bambini e giovani. In casi estremi, le reazioni allergiche possono mettere a rischio la vita di una persona o provocarne addirittura il decesso.

Per ulteriori informazioni si rinvia al sito del Centro svizzero per l’allergia, la pelle e l’asma:

aha! Centro Allergie Svizzera

Il diabete o diabete mellito è una malattia cronica del metabolismo caratterizzata dall’aumento della glicemia (tasso di glucosio nel sangue). La patologia è provocata dalla mancanza assoluta di insulina o da una diminuzione della sua efficacia. La cura consiste in un’alimentazione sana ed equilibrata, accompagnata da una più intensa attività fisica e, in ogni caso, da compresse o iniezioni di insulina. Il diabete tocca il 5-7% della popolazione.

I sintomi più comuni dell’ipoglicemia sono attacchi di sudore, cardiopalma, appetito eccessivo, disturbi della vista e della concentrazione, alterazione dell’equilibrio, stati di confusione.
Quelli dell’iperglicemia sono invece spossatezza, stanchezza, inappetenza, forte sete, minzione frequente.

Per ulteriori informazioni si rinvia al sito dell’Associazione Svizzera per il Diabete:

Associazione Svizzera per il Diabete

Le crisi di epilessia possono essere di vario tipo e si distinguono tra loro, in modo anche considerevole, a seconda della zona del cervello interessata. Si va dagli attacchi di breve durata a quelli lunghi, con o senza perdita di conoscenza. Di conseguenza, anche gli effetti sulle prestazioni lavorative degli interessati possono essere molto diversi. Per le forme di epilessia caratterizzate da spasmi e cadute è necessario ridurre al minimo il rischio di ferimento.

Per ulteriori informazioni si rinvia al sito di Epi-Suisse, Associazione svizzera per l’Epilessia:

Epi-Suisse, Associazione svizzera per l’Epilessia

L’HIV è un virus che danneggia il sistema immunitario. Se un’infezione non viene trattata adeguatamente, nel giro di qualche tempo l’organismo non sarà più in grado di difendersi da malattie gravi quali, ad esempio, certe forme di tumore e forti polmoniti. Questo stadio prende il nome di Aids.
In Svizzera, grazie a cure mediche di ottimo livello, si arriva ormai piuttosto raramente a questa fase della patologia. Un’infezione HIV non è curabile, ma può essere tenuta sotto controllo. Oggigiorno può essere assimilata a una malattia cronica destinata a durare tutta la vita. Le persone affette da HIV possono, di norma, condurre una vita normale.

Per ulteriori informazioni si rinvia al sito dell’Aiuto AIDS Svizzero:

Aiuto AIDS Svizzero

Le malattie cardiovascolari sono molto diffuse. I disturbi più frequenti sono riconducibili a un’irrorazione sanguigna insufficiente: se i vasi si restringono e il sangue circola con maggiore difficoltà oppure se le prestazioni cardiache si deteriorano, c’è il rischio che alcune parti del corpo non vengano sufficientemente o del tutto irrorate. È il caso, ad esempio, dell’angina pectoris, dell’infarto cardiaco o dell’ictus. Altre disfunzioni e malattie possono riguardare le valvole, il sistema elettrico del cuore o i muscoli cardiaci.

Per ulteriori informazioni si rinvia al sito della Fondazione Svizzera di Cardiologia:

Fondazione Svizzera di Cardiologia

Quando manca il respiro, tutto il resto perde importanza. Una patologia respiratoria cambia la vita. Le abitudini sono messe in discussione e anche l’attività più banale diventa un problema. Le persone affette da malattie polmonari o da problemi respiratori sono costrette ad adattare la loro quotidianità alle nuove condizioni di salute.
In Svizzera, una persona su sei soffre di una malattia polmonare o di una malattia respiratoria. L’impatto sulla capacità lavorativa varia a seconda della patologia e delle terapie di volta in volta necessarie.

Per ulteriori informazioni si rinvia al sito della Lega polmonare Svizzera.

  • Asma
  • Bronchite cronica / COPD (enfisema polmonare)
  • Allergie delle vie respiratorie
  • Cancro ai polmoni
  • Fibrosi cistica
  • Sindrome delle apnee nel sonno
  • Tubercolosi

Lega Polmonare Svizzera

Il termine racchiude più di 200 diversi quadri clinici caratterizzati da dolori all’apparato motorio (articolazioni, ossa, muscoli, tendini e legamenti).

Tra le forme più diffuse rientrano l’artrosi, l’artrite, i dolori alla schiena, l’osteoporosi e i reumatismi delle parti molli (ad es. fibromialgia).

In Svizzera, un abitante su cinque è affetto da reumatismi. Complessivamente si tratta di circa 1,5 milioni di persone, 300 000 delle quali sono affette dalle forme croniche più gravi. Questo è dunque il gruppo di patologie più diffuso nel nostro Paese.

Gli effetti sulle prestazioni lavorative dipendono dalla gravità della malattia e dall’acutezza della fase attraversata dal paziente. Per chi è affetto da reumatismi sono particolarmente adatte le attività che permettono di cambiare frequentemente posizione del corpo e di evitare movimenti che provocano dolore.

Per ulteriori informazioni si rinvia al sito della Lega svizzera contro il reumatismo:

Lega svizzera contro il reumatismo

La sclerosi multipla è una patologia cronica del sistema nervoso centrale. Se il suo decorso è favorevole, possono trascorrere diversi anni prima che il paziente diventi disabile. La malattia si manifesta in forma di attacchi.
Le alterazioni più evidenti dovute alla sclerosi multipla sono paralisi al capo, al busto e agli arti, perdita di sensibilità, spasmi e debolezza muscolare, disturbi nell’articolazione della parola, affaticamento frequente e dolori.
La limitazione della capacità lavorativa varia da un caso all’altro e si verifica, in particolare, al momento degli attacchi.
Per chi è affetto da questa patologia sono particolarmente adatte attività da svolgere al computer con ritmi di lavoro personalizzati.

Per ulteriori informazioni si rinvia al sito della Società svizzera sclerosi multipla:

Società svizzera sclerosi multipla

In media, una persona su tre si ammala di cancro nell’arco della sua vita. Anche se in molti casi si guarisce, la malattia lascia strascichi pesanti su pazienti, famiglie, ambiente sociale e professionale.

Il persistente senso di stanchezza (fatigue), i dolori, la paura, la vergogna e spesso anche le depressioni provocano un disagio psicofisico molto forte. Dopo una terapia d’urto, passano spesso mesi o addirittura anni prima che i pazienti recuperino la piena efficienza e siano in grado di affrontare la vita quotidiana. Alcune persone non riescono più a tornare alla normalità.

Per ulteriori informazioni si rinvia al sito della Lega svizzera contro il cancro:

Lega svizzera contro il cancro


StampareStampare TrasmettereTrasmettere

Datori di lavoro, specialisti e interessati possono rivolgersi in qualsiasi momento all’Ufficio AI per una consulenza in materia di assunzione di disabili. Anche le organizzazioni specializzate nel collocamento possono fornire un prezioso contributo.

 

Testimonianze

Manuele Bertoli, consigliere di Stato del Canton Ticino
Vai alle testimonianze