Perché dovrei (continuare) ad occupare persone con capacità lavorative limitate?

Ricerche e studi dimostrano che le imprese che promuovono anche i valori sociali sono più performanti a lungo termine. Il mix sociale promuove la lealtà interna e riduce la fluttuazione dei dipendenti.

Un lavoro remunerativo fornisce la base per il proprio sostentamento, trasmette riconoscimento e apprezzamento e sostiene l'integrazione nella società. Il reinserimento professionale delle persone con disabilità e il mantenimento del posto di lavoro in generale sono quindi compiti di politica sociale estremamente importanti.

Torna tutto a suo favore e della sua impresa se lei ritenesse che la responsabilità sociale e il tema del reinserimento professionale valgano di più di un semplice slogan. L'impegno sociale e l'aumento della soddisfazione dei dipendenti a livello strategico sono investimenti sostenibili nella sua azienda. Il mantenimento della capacità lavorativa dipende in larga misura dalla cultura aziendale. La natura dei principi di gestione sana si sovrappone ai principi di gestione che promuovono anche le pari opportunità e diversità. Inoltre: ogni reintegrazione professionale di successo sgrava le istituzioni sociali e rappresenta un contributo importante per l'economia nazionale.

Integrazione professionale: valore aggiunto concreto per l‘impresa

I vantaggi diretti del mantenimento del posto di lavoro e del supporto all'integrazione professionale riassunti per lei:

Un'azienda che prende sul serio la propria responsabilità sociale e mostra un sincero interesse per i bisogni e le preoccupazioni dei propri dipendenti attira l'attenzione del pubblico. Questo guadagno di reputazione e immagine influisce sia sull'attrattiva dell’impresa sul mercato del lavoro sia sulla situazione degli ordinativi. Oggi i dipendenti preferiscono i datori di lavoro che offrono buone condizioni di lavoro e soddisfano le loro aspettative sociali. Questi cosiddetti valori soft sono decisivi per l'attrattiva della sua azienda. Un datore di lavoro attrattivo può occupare più rapidamente i posti vacanti con persone professionalmente qualificate.


Sostenendo il reinserimento professionale, in particolare il mantenimento del posto di lavoro, è possibile contrastare gli effetti del cambiamento demografico e la carenza di lavoratori qualificati. I collaboratori attivi da tanto tempo nell’impresa, con le relative conoscenze specialistiche, possono essere mantenuti in azienda. In questo modo è possibile risparmiare sui costi in termini concreti, perché non è più necessario un reclutamento che richiede risorse elevate. In considerazione della prevista carenza di lavoratori dovuta all'evoluzione demografica, è inoltre essenziale mantenerli il più a lungo possibile in azienda, in forma e motivati.

Anche la perdita di collaboratori comporta costi elevati in un'azienda: il reclutamento stesso e l'assunzione di nuovi collaboratori sono processi che richiedono tempo e quindi costi elevati. A ciò si aggiunge l'onere aggiuntivo per i membri del team. In tempi di intenso carico di lavoro, questo aumento del carico di lavoro può a sua volta portare ad assenteismo, agitazioni o incertezza tra gli altri dipendenti.


Un approccio aperto con i dipendenti con problemi di salute può contribuire a migliorare il clima aziendale e a promuovere le competenze sociali dei dipendenti - la collaborazione è un investimento utile per tutti gli interessati.

Una direzione aziendale che promuove la salute va oltre la riduzione dell'assenteismo e della fluttuazione del personale. Dopotutto, a cosa servono i dipendenti che vanno al lavoro senza un briciolo di motivazione? Le imprese che integrano la gestione orientata alla salute nella loro struttura aziendale e per le quali la salute fisica e mentale dei loro dipendenti è importante, possono contare su dipendenti motivati, impegnati e capaci. Ciò ha un impatto diretto sulla produttività e sulla qualità del lavoro


Quali partner offrono supporto?

Oltre all'assicurazione invalidità (AI) e all'assicurazione contro gli infortuni o l'indennità giornaliera per malattia, sono contatti utili per le vostre domande sull'integrazione professionale gli uffici regionali di collocamento (URC), i servizi sociali, i medici, le casse pensioni e diverse organizzazioni private di integrazione.

Ulteriori risposte alle domande centrali relative all'integrazione professionale di una persona con disabilità si trovano qui.