Compasso

Datori di lavoro, medici e Confederazione lanciano per la prima volta uno strumento comune per l’inserimento professionale

L’insuccesso dell’inserimento professionale di collaboratori malati, infortunati o disabili ha conseguenze gravi per lavoratori e datori di lavoro. In collaborazione con l’Ufficio federale delle assicurazioni sociali (UFAS), l’Unione svizzera degli imprenditori (USI) e le associazioni mediche, Compasso ha messo a punto un nuovo strumento per aumentare ulteriormente il tasso di inserimento: è nato così il Profilo di integrazione orientato alle risorse (PIR) basato sul web e riferito allo specifico ambiente di lavoro che per la prima volta prende in considerazione anche aspetti psicosociali. In futuro i datori di lavoro e il corpo medico punteranno su questo nuovo strumento.

SRF 10vor10 (tedesco)


(22.11.2017)

Trasmettere