Compasso

Il nostro membro di comitato consultivo, Florian Steinbacher, si presenta

Per favore si presenti
Ho 47 anni e ho due figli. Dopo la mia formazione di avvocato ho conseguito un Master in Diritto europeo e Diritto commerciale internazionale e recentemente ho concluso un CAS in Management Pubblico. Dal 2003 lavoro per l'Ufficio centrale di compensazione e nel luglio 2017 ho assunto la direzione dell'Ufficio AI per gli assicurati all'estero. L'anno successivo sono stato eletto nel Consiglio di Amministrazione della Conferenza degli Uffici AI, di cui nel maggio 2019 sono diventato Presidente.

Qual è il motivo che l’ha spinta ad impegnarsi come membro del comitato consultivo di Compasso?
Compasso raggruppa tutti i partner rilevanti nel reinserimento professionale con l'obiettivo di aiutare i datori di lavoro a integrare le persone con problemi di salute, anche attraverso la consulenza professionale e la messa a disposizione di strumenti concreti.
Per tutte le persone coinvolte, il primo obiettivo è quello di mantenere le persone assicurate sul mercato del lavoro, rispettivamente di aiutarle a raggiungere questo scopo. È quindi di fondamentale importanza che la Conferenza degli Uffici AI possa contribuire a livello strategico nell’ambito del comitato consultivo di Compasso.


Dal suo punto di vista, quale presidente della Conferenza degli Uffici AI, quali suggerimenti può dare sotto l’aspetto dell’integrazione professionale?
In primo luogo, l'apertura nei confronti di un’occupazione di persone con problemi di salute. Senza questa, si perdono preziose opportunità, sia per le aziende sia per chi cerca lavoro.
In secondo luogo, in un processo di assunzione, l'attenzione è da focalizzare sulle competenze piuttosto che sulle limitazioni per le persone con problemi di salute. In questo modo, si può effettivamente valutare la persona sulla base del suo potenziale sul mercato del lavoro.
In terzo luogo, coinvolgere tempestivamente gli esperti dell'Ufficio AI competente. Questi ultimi possono utilizzare la loro esperienza per offrire un supporto completo al datore di lavoro, anche al di là dell'impiego.
(02.12.2019)
Trasmettere