I suoi partner nel processo di integrazione

In ambito di reinserimento sono attive quali partner diverse organizzazioni e istituzioni.

Accanto all'assicurazione invalidità (AI) e all'assicurazione contro gli infortuni o l'indennità giornaliera in caso di malattia, sono contatti utili per le questioni di integrazione professionale gli Uffici regionali di collocamento (URC), i servizi sociali, i medici, le casse pensioni e diverse organizzazioni private di integrazione.

Su iniziativa dell'Unione svizzera degli imprenditori è stata elaborata una panoramica dei partner più importanti e dei loro compiti e ruoli:

 

Partner per la Reintegrazione

Un contatto, con l'accordo del collaboratore, tra il datore di lavoro e il medico curante (medico, psicologo, psicoterapeuta, ecc.) può avere un'influenza positiva sul processo di integrazione. Quanto meglio i professionisti del settore medico conoscono le esigenze del posto di lavoro, tanto più facile è per loro valutare le possibilità di impiego dei loro clienti e quindi sostenere il loro reinserimento. Il Profilo di integrazione orientato alle risorse può supportarvi in questo dialogo.

Gli enti di assistenza sociale offrono incentivi finanziari e consulenza personale per l'inserimento professionale. A tal fine collaborano con enti regionali e cantonali come l’AI e gli URC.

Sin dall'inizio del rapporto di lavoro, i nuovi collaboratori sono coperti dall'assicurazione contro gli infortuni. Al momento dell'assunzione è necessario verificare l'idoneità sanitaria per il posto da ricoprire. Se il nuovo collaboratore subisce ancora le conseguenze di un infortunio o di una malattia professionale precedente, rimane responsabile l'assicuratore competente. L'assicuratore può anche effettuare una notifica all'AI, richiedere al suo collaboratore di registrarsi presso l'ufficio AI e, se necessario, utilizzare il case management.

I nuovi collaboratori sono assoggettati all'assicurazione d'indennità giornaliera per malattia sin dall'inizio del loro impiego. Se un dipendente con una precedente rendita dell'AI si ammala di nuovo, l'AI paga un'indennità forfettaria per un eventuale aumento dei contributi. L'assicuratore d'indennità giornaliera per malattia può inoltre effettuare una notifica all'AI, chiedere che i dipendenti interessati si registrino presso l'ufficio AI e, se necessario, ricorrere al case management.

Durante il processo d'integrazione, l'ufficio AI responsabile del Cantone di domicilio del dipendente le offre consulenza, misure di sostegno e soluzioni individuali, anche in collaborazione con altri partner. Uno specialista dell'integrazione dell'ufficio AI accompagnerà lei e la persona interessata. Una volta effettuata l'iscrizione alle prestazioni dell'AI, l'ufficio AI le proporrà, se del caso, ulteriori servizi.

L'assicuratore LPP o la cassa pensione concede spesso dopo soli tre mesi di incapacità lavorativa un'esenzione dal pagamento dei premi per i dipendenti interessati. Avvisi tempestivamente la cassa pensione se si manifesta un'incapacità lavorativa di lunga durata. Alcune casse pensioni o assicurazioni LPP offrono anche un sostegno per il mantenimento dell'impiego o, se necessario, impiegano un case management.

I fornitori di servizi esterni o gli uffici specializzati (ad es. job coach, case manager) svolgono spesso una funzione di mediazione e di traduzione per i datori di lavoro. Il loro impegno ha quindi un effetto positivo sull’entrata nel mondo professionale dei nuovi collaboratori. Se unità specializzate e/o fornitori di servizi esterni sono coinvolti nel processo di integrazione professionale, è importante fornire loro le informazioni necessarie sul posto di lavoro e sull'azienda. Quanto meglio gli enti specializzati conoscono i requisiti necessari sul posto di lavoro, tanto meglio possono valutare l'impiegabilità della persona da integrare e quindi fornire un miglior supporto durante l'intero processo.

Gli URC offrono ai datori di lavoro assistenza e supporto nell'impiego di dipendenti con problemi di salute. I datori di lavoro possono segnalare agli URC i loro posti vacanti nelle aziende.

 

Termini

La possibilità di svolgere un tentativo di lavoro offre ai datori di lavoro l'opportunità di impegnarsi senza rischi per l'integrazione di persone con problemi di salute.

Per le persone assicurate che hanno trovato un lavoro tramite l’ufficio di collocamento, i datori di lavoro possono ricevere un assegno di formazione durante il periodo di formazione o il periodo di introduzione necessario. Ciò compensa la limitata prestazione durante il periodo di formazione. L’assegno viene corrisposto per un massimo di 180 giorni.

Se ha bisogno di assistenza per familiarizzare nell'ambito del rapporto di lavoro, è consigliabile redigere un piano di introduzione su misura per la persona con problemi di salute. Questo rende più facile iniziare, crea impegno e aumenta il successo della collaborazione.

  • Il piano di introduzione

    • contiene gli obiettivi da raggiungere
    • regola la cooperazione tra i partner coinvolti,
    • definisce le responsabilità e le scadenze.

Sulla base del piano di introduzione viene stipulato un accordo sugli obiettivi. Tutte le parti coinvolte nel piano di introduzione sottoscrivono questo accordo.
In base al piano di introduzione è possibile organizzare, se necessario, un supporto da parte di un job coach.

Supported Employment è un supporto alle persone con disabilità o ad altri gruppi sfavoriti per ottenere e mantenere un lavoro retribuito nelle aziende del mercato del lavoro generale. Le caratteristiche principali sono:

  • Il lavoro viene retribuito in base alle prestazioni
  • L'impiego avviene fin dall'inizio nel mercato del lavoro primario
  • La sostenibilità del collocamento è promossa attraverso il job coaching
  • Supported Employment si riferisce all'intero processo che va dalla ricerca di un lavoro all'ottenimento di un posto di lavoro.

Supported Employment Schweiz, Organizzazione mantello per le istituzioni